ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


SOVVERSIVO - Wild Emotions

Reviews

SOVVERSIVO
Wild Emotions

(Autoprodotto)

2008

Dei Sovversivo ci ricordiamo un demo molto promettente ricevuto nel lontano 2003, dopodiché non abbiamo più avuto modo di seguire la loro carriera. A distanza di sei anni li ritroviamo alle prese con il debut album autoprodotto, che, dopo l'intro di rito, parte con quella “Wild Emotions” che apriva l'ep sopraccitato. Cambiati due batteristi, i ragazzi mostrano i denti e gli artigli, ruggendo come tigri tutta la propria rabbia metallica. Un occhio di riguardo per le melodie non manca, così come per la cura degli arrangiamenti e dei particolari; da subito la sensazione che si avverte è quella di non trovarsi di fronte alla solita band all'italiana: nome a parte, i Sovversivo potrebbero tranquillamente venire scambiati per un professionalissimo gruppo straniero. Con il susseguirsi dei brani, la tensione non cala e non c'è spazio per il pressapochismo tipicamente italiano (perdonate l'insistenza) che purtroppo caratterizza molti prodotti nostrani. Canzoni come “Raising Faith”, “No Escape (From Solitude)”, “Out Of Time” e “Stay” (anche questa ripresa da quel vecchio demo) lanciano in faccia all'ascoltatore tutta la violenza, propriamente heavy metal, che scorre nelle vene di questi musicisti, mentre “Silent Hero” lascia trasparire un chiaro amore per un certo tipo di gothic rock di stampo scandinavo. C'è poco da rimproverare a Wild Emotions; la versione in nostro possesso sembrerebbe un promozionale, l'unica speranza è che lo sia, perché sarebbe davvero un peccato non aver dato a questo lavoro il giusto riconoscimento anche a livello prettamente grafico, con almeno un booklet adeguato alla bontà del prodotto. Ad ogni modo, pollice su!

Stefano Gottardi

Track List:

1. Int(r)o The Wild
2. Wild Emotions
3. Raising Faith
4. No Escape (From Solitude)
5. Brave Guide
6. Out Of Time
7. Silent Hero
8. Alone Tonight
9. Stay
10. The Sound Of Heaven




Torna ai contenuti | Torna al menu