ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


GOTHAM SAINTS - Wild At Heart

Reviews

GOTHAM SAINTS
Wild At Heart


(Autoprodotto)

2011


Da quando Rest In Sleaze, magnum opus dei Crashdïet, ha fatto rinascere l'interesse di pubblico e critica per il glam 80iano, dalla scandinavia sono piovute decine e decine di band stilisticamente similari. Questi Gotham Saints sono norvegesi e con Wild At Heart provano ad emergere dal calderone, senza riuscirci. Poco originali, ma non è questo il punto, mancano di una dote fondamentale per la buona riuscita di un prodotto di questo tipo: la voce. Il cantante Daniel Ahlström scarseggia per quanto riguarda carisma e grinta o quantomeno questo è ciò che emerge dalla sua prestazione su questo ep. Non è detto che non possa migliorare in futuro e, magari, aggiungere quel pizzico di brio ad una proposta comunque interessante, che fa sì il verso a gente come Crashdïet, Lipstixx N' Bulletz, Danger ed altre band svedesi dedite allo stesso tipo di sonorità, ma mette sul piatto della bilancia un buon songwiring e almeno una killer song, “Raise The Stakes” che piace, resta in testa e conquista sin dal primo ascolto. Tutto sommato discreti, ma per ambire a un contratto discografico o un palcoscenico importante serve ancora un po' di lavoro, anche dal punto di vista della produzione (comunque accettabile per un demo).

Stefano Gottardi

Track List:

1. Shout It Out
2. Raise The Stakes
3. It's Alright
4. E.B.N.L.
5. One Last Bullet




Torna ai contenuti | Torna al menu