ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


SCREAM BABY SCREAM - U And Me 3 Meters Underground

Reviews

SCREAM BABY SCREAM
U And Me 3 Meters Underground

(Autoprodotto)

2010

Non sappiamo molto sulle origini di questa band milanese, se non che U And Me 3 Meters Underground è il primo lavoro di canzoni originali, a pochi mesi dalla propria nascita (o morte, che dir si voglia). L'opener “Make Your Choice” calca sentieri già percorsi da Murderdolls e ripresi da molte band, fra cui gli svedesi Sister, a cui questo pezzo sembra in parte ispirarsi. L'attacco della title track, dopo un breve interludio orrorifico, fa quasi pensare ai soliti Mötley Crüe, ma l'ingresso delle grezze e selvagge vocals di Damien Die riporta il tutto sui territori macabri e grandguignoleschi che caratterizzano l'idea che sta alla base di questo progetto. Il terzo brano “Lullaby For Dead Childern (Hangman Song)” è forse quello più eclettico strutturalmente parlando, una sorta di nenia dall'incedere cupo e sornione, con il classico ritornello killer che conquista già a metà canzone. A chiudere è una cover di un'icona pop, in questo caso Lady Gaga: sebbene sembri andare di moda fra i gruppi di non-morti proporre cose di questo tipo - basti pensare alla cover di “Hot N' Cold” di Katy Perry dei Superhorrorfuck sul recente Livingdeadstars o a quella di “Bad Romance” degli svedesi Ragdolls, ormai vecchia di quasi un anno – bisogna riconoscere agli Scream Baby Scream di aver avuto l'intuizione geniale di riadattare non solo la musica, ma anche il testo al proprio stile. “Bad Romance” diventa quindi “Necromance” e convince su tutta la linea, perfetto sigillo a un ep che lascia ben sperare per il futuro. Niente di nuovo rispetto a quanto già proposto da gruppi come Murderdolls, Sister e Ragdolls, ma godibile quanto basta per beccarsi un bel pollice in alto!

Stefano Gottardi

Track List:

1. Make Your Choice
2. U And Me 3 Meters Underground
3. Lullaby For Dead Childern (Hangman Song)
4. Necromance




Torna ai contenuti | Torna al menu