ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


HOTEL DIABLO - The Return To Psycho, California

Reviews

HOTEL DIABLO
The Return To Psycho, California

(Scarlet Records)

2012


La nascita di supergruppi non è una novità, l'ultimo in ordine di tempo si chiama Hotel Diablo ed è formato da Rick Stitch (Voce) e Alex Grossi (chitarra) che, abbandonata la band solista di Steven Adler dopo un tour mondiale, hanno deciso di cercare nuovi stimoli fondando questo complesso. A loro si sono presto uniti il bassista Mike Duda e il batterista Mike Dupke, entrambi provenienti dagli W.A.S.P. La produzione, invece, è stata affidata alla coppia Gilby Clarke (Guns N’ Roses, Rockstar Supernova) / Matt Starr (Ace Frehley, Beautiful Creatures) ed il risultato è un sound fresco e al passo coi tempi, tagliente ed incisivo, heavy senza mai perdere di vista la melodia. Potremmo definire quello degli Hotel Diablo un hard rock moderno, seppur di forte derivazione 80's, con suoi levigati perfettamente adatti ai gusti delle nuove generazioni. Grandi canzoni denotano un accurato lavoro di composizione e arrangiamento, segno evidente che niente sia stato lasciato al caso. Fra pezzi molto convincenti, stona soltanto l'inattesa cover degli Oasis di “Wonderwall”, davvero fuori contesto su un album di questo tipo. Ottime le prestazioni dei singoli, con l'acoppiata Sticth/Grossi in grande evidenza, ma alla resa dei conti è il songwirting di caratura superiore a farla da padrone. Quando un disco scorre, esalta e induce alla ripetuta pressione del tatso play, significa che magari non è un capolavoro, ma sicuramente un buon disco.

Stefano Gottardi

Track List:

1. Taken
2. Set It Off
3. What You Do To Me
4. Psycho, California
5. Bury You
6. Wicked Lines
7. All these Years
8. Wonderwall (Oasis Cover)
9. Trigger
10. What You Do To Me (alt. version)
11. Bury You (alt. version)




Torna ai contenuti | Torna al menu