ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


CLAIRVOYANTS - The Shape Of Things To Come

Reviews

CLAIRVOYANTS
The Shape Of Things To Come

(Valery Records/Frontiers)

2012

Con il debut album del 2010 i Clairvoyants non erano incappati nell'errore di realizzare un disco di inediti stilisticamente troppo simile all'artista di cui sono stati per anni una tribute band (gli Iron Maiden ovviamente), mostrando anche una certa personalità. Di conseguenza, da questo nuovo lavoro era lecito aspettarsi ulteriori miglioramenti. The Shape Of Things To Come non delude le aspettative: il combo lombardo si è impegnato a cercare un sound ancora più particolare, travalicando i confini del genere, senza limitarsi a mettere in commercio un album che seguisse pedissequamente gli stilemi del metal classico. Con una certa ricerca e cura dei dettagli, brani ben arrangiati ed una perizia tecnica indiscutibile, i Clairvoyants sfornano un platter composto da 11 tracce che mischiano con sapienza hard rock 70iano ad un certo tipo di heavy metal di stampo inequivocabilmente britannico. Coniugando alla perfezione potenza, eleganza e melodia, la musica della band milanese piace al primo passaggio e cresce con gli ascolti. La classe dei singoli (degne di nota le performance del bassista Paolo Turcatti e del cantante Gabriele Bernasconi), messa a disposizione delle canzoni, fa emergere anche un grande gusto compositivo. Di certo i ragazzi conoscono a menadito la storia dell'hard 'n' heavy d'annata e senza mai sconfinare nel modernismo riescono a confezionare un disco piacevole e al passo coi tempi. La vera arma vincente, che fa preferire questo nuovo album al precedente Word To The Wise, è la particolare attenzione prestata alle melodie e ai refrain, accattivanti senza essere mai banali. Pezzi possenti come “No Need To Surrender”, “I Don’t Believe Their Lies”, “Endure And Survive”, “The Shape Of Things To Come” e “To Heaven And Back” spiccano in un contesto generale qualitativamente piuttosto elevato, e lil gruppo dimostra di saperci fare anche quando rallenta (“Just The Same Story”, “Sinner's Tale”), o in qualche modo decide di calcare territori più maideniani (“Prometheus”) o atmosferici (“Horizon Calling”). The Shape Of Things To Come è un lavoro di grande spessore, i Clarvoyants uno dei migliori esempi di tribute band capace di reinventarsi e non restare imprigionata nel personaggio. Un appaluso!

Stefano Gottardi

Track List:

1. No Need To Surrender
2. I Don't Believe Their Lie
3. Endure And Survive
4. Just The Same Story
5. The Shape Of Things To Come
6. Prometheus
7. The Only Way Out Is Through
8. Sinner's Tale
9. To Heaven And Back
10. Here Today, Gone Tomorrow
11. Horizon Calling




Torna ai contenuti | Torna al menu