ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


TELEVISION 60'S

Interviews

TELEVISION 60'S - Cioxxx

Intervista a cura di Alice Ottolini

I Television 60s, band italiana tra il rock and roll e lo sleaze, ha di recente pubblicato il secondo album, Celebr-hate, con la Street Symphonies Records. In seguito presentiamo una chiacchierata con il batterista della band, Cioxxx, che ci ha introdotto nel loro mondo, presentandoci questo disco e l’attività live del gruppo.

Ciao! Inizierei questa intervista con una domanda prevedibile: da dove viene il nome della vostra band, Television 60's? Ha qualche significato?
Ciao a tutti! Rimarrai delusa dalla risposta ma il nome non significa assolutamente niente... È venuto a galla così, dal subconscio del nostro batterista, e visto che suona maledettamente bene l'abbiamo scelto come nome del gruppo.

Rimanendo nel tema delle spiegazioni, il titolo del vostro secondo disco è Celebr-hate, gioco di parole tra “festeggiare” e “odiare”. Cosa significa per voi?
In realtà anche questo neologismo è saltato fuori dal nulla, avevamo bisogno di un bel titolo insolito, lontano dai soliti cliché del rock 'n' roll e Celebr-hate è perfetto... breve e super impattante! Se proprio dovessimo ricercarne un significato intrinseco potrebbe essere la celebrazione dell'odio che nutriamo nei confronti di qualsiasi restrizione, moralismo, costrizione… non ci sentiamo parte di questa umanità debole e depressa e la nostra musica, insieme ad altre cosette, ci permette di dimenticarci della vuotezza del mondo trasportandoci in una dimensione semi-onirica in cui tutto è permesso, anche se in fondo “we don't celebrate we just twist and crash”.

Come descrivereste questo lavoro?
Siamo molto soddisfatti del disco, trasuda adrenalina da tutte le parti... è il disco ideale per quando sei lanciato a 200 km/h in autostrada, non lascia un attimo di respiro pur non essendo, a nostro giudizio, mai noioso né banale.

Una domanda sull’artwork dell’album, che è sicuramente di impatto. Come è nato? Che concept avevate in mente?
Per quanto riguarda l'artwork il concept ecc... abbiamo dato totale carta bianca al grafico. Dopo due settimane si è presentato con questa copertina piena di ragazze, robe militari e teschi vari e ci è piaciuta al volo proprio perché, come dici giustamente tu, è veramente ad impatto.

Passando ora al lato live dei Television 60's, come ha reagito il pubblico alla presentazione dei pezzi di Celebr-hate?
Molto bene. I pezzi sembrano scritti apposta per essere suonati dal vivo e ogni live è una baraonda! La gente che viene a vederci è visibilmente divertita e noi cerchiamo sempre di creare uno show adrenalinico al massimo… è quello che sappiamo fare meglio! (ride)

A livello di influenze unite i classici del rock con le band della scena sleaze scandinava. Risulta difficile trovare un accordo tra questi punti di partenza?
Assolutamente no. Tutti i pezzi son saltati fuori in maniera molto spontanea senza farsi troppe domande. Vedi, quando scrivi un pezzo, lo porti in sala prove e lo suoni tutti insieme, capisci subito se funziona o no. Non ci preoccupiamo troppo delle influenze, attacchiamo i jack alle chitarre e premiamo sull'acceleratore.

In conclusione, vorreste aggiungere qualcosa? Un messaggio per i lettori di Roxx Zone?
Yeah! Grazie mille per l'intervista! Un superbacio alle lettrici e una pacca sulle spalle ai lettori! (ride) Rock 'N' Roll! Finché ci saranno cime ci saranno anche i Television 60's!




Torna ai contenuti | Torna al menu