ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


SWEET SYBIL - Sweet Sybil

Reviews

SWEET SYBIL
Sweet Sybil

(Eönian Records)

2010

Praticamente nati e morti a Chicago, in un periodo in cui, se volevi affermarti con questo tipo di sound dovevi trasferirti a Los Angeles, gli Sweet Sybil sono una delle tante vittime del grunge, che nel 1992 ne ha decretato la fine (anche per via dell'improvvisa scomparsa del batterista Randy Matthiesen). La Eonian ha ripescato tutto il materiale registrato negli ep della band, con l'aggiunta dell'acustica e inedita “You & I” del 2009. Stilisticamente accostabili a certo tipo di street metal tanto caro a L.A. Guns e Guns N' Roses, forse il gruppo a cui più somigliano sono i Vain di No Respect, anche se non mancano esperimenti più stravaganti, come l'allegra “#69”, dove compaiono trombe e atmosfere simil-ska, sapientemente mixate allo sleaze d'ordinanza, che la fanno sembrare quasi un pezzo dei White Trash spogliato della componente funky, o la più classica e malinconica “Alone With You”, che pare fregata dal songbook degli Enuff Z'Nuff . Niente di innovativo, ma certamente in linea con quanto proposto dall'etichetta americana, gli Sweet Sybyl e il loro disco sono senza dubbio un prodotto valido, che forse avrebbe meritato di uscire nel periodo d'oro del glam, con una produzione e una promozione adeguati.


Stefano Gottardi

Track List:

1. Remember When
2. #69
3. Downtown Suicide
4. Walkin’ Talkin’
5. Someone In Your Eyes
6. Jump Back
7. Burning House
8. Alone With You
9. You & I




Torna ai contenuti | Torna al menu