ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


SWEET CYANIDE - Sweet Cyanide

Reviews

SWEET CYANIDE
Sweet Cyanide

(Independent Records)

2009

Nato sui banchi di scuola dalla comune passione per i Saigon Kick di Sal Scoca (voce e chitarra) e Peter Santagada (batteria), quello degli Sweet Cyanide è un progetto formato e in seguito abbandonato, anche per via dell'entrata di Scoca nei più noti Crashbox. Progetto poi ripreso assieme al compagno di gruppo Angelo Fariello (basso), e a Mike Bambace (batteria) e Joe Salvatore (chitarra) dei Moment Theory, e concretizzato con la pubblicazione di questo debut album. Pur essendo chiari i riferimenti e le influenze (David Bowie, T-Rex, Queen), inquadrare in un preciso genere la musica di questa band è pressoché impossibile, nell'arco dei 35 minuti di durata, infatti, oltre agli artisti sopraccitati è si odono echi di Buckcherry, KISS e persino Marylin Manson! Dopo una partenza in quarta e decisamente moderna con brani come “Crash Theory”, “S.L.M.”, “Back & White” e “American Me”, la più lenta e retrò “Certain Shadows On The Wall” stravolge gli equilibri e mette sull'attenti l'ascoltatore. E in effetti questo disco è una continua sorpresa: “Heart Breaker” mette in mostra chitarre graffianti ed un incedere punk rock, mentre da “Between Us” (scritta in collaborazione con il bassista dei Britny Fox, Billy Childs, presente anche in veste di ospite) in poi, man mano che i pezzi scorrono il sound pare “invecchiare” sempre di più. “I Wish U Would” sembra quasi un brano rock dei Beatles (chi ha detto Enuff Z' Nuff?), “Under The Sun” suona scura e selvaggia alla maniera dei migliori Saigon Kick, mentre la ballatona acustica finale “When We Were Young” placa l'atmosfera e saluta in modo composto e pacato. Senza dubbio eclettici, gli Sweet Cyanide mescolano bene le proprie influenze e confezionano un album, seppur un po' disomogeneo, sicuramente brillante e convincente sotto molti aspetti. Interessante l'artwork, specialmente il leit motiv a sfondo saffico che dovrebbe attirare l'attenzione di tutti i maschietti all'ascolto.

Stefano Gottardi

Track List:

1. Crash Theory
2. S.L.M
3. Black & White
4. American Me
5. Certain Shadows On The Wall
6. Heart Breaker
7. Between Us
8. I Wish U Would
9. Under The Sun
10. When We Were Young




Torna ai contenuti | Torna al menu