ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


STRIKE TWICE

Interviews

STRIKE TWICE - Rob Luv

Intervista a cura di Stefano Gottardi

Freschi di pubblicazione del debut album, composto da brani risalenti agli anni d'oro dell'hair metal, gli Strike Twice si sono riformati e stanno vivendo una sorta di seconda giovinezza. Ne abbiamo parlato col chitarrista Rob Luv, uno dei membri originali rimasti in formazione.

Anche se le canzoni del nuovo disco sono state scritte nei primi anni '90, il sound è fresco e per nulla datato: quelle che ascoltiamo sono versioni riregistrate oppure soltanto “ripulite” a dovere per essere pubblicate?

Questa collezione è composta da canzoni registrate ad inizio anni '90, quindi dire che sono state semplicemente “ripulite” non sarebbe abbastanza. Alla Eonian hanno fatto un lavoro fantastico.

Come fu l'esperienza in studio?
Ci siamo sempre divertiti molto, tuttavia una volta abbiamo prenotato una sessione di 48 ore di studio ed alla fine credo che non ci siamo più parlati per settimane!

Queste canzoni vedono la luce nel 2009 con il consenso di tutti i membri originali?
Sì, ci siamo messi tutti quanti alla ricerca delle vecchie registrazioni in soffitta, è incredibile pensare a quanto tempo abbiamo dovuto aspettare per questo disco.

Come siete entrati in contatto con la Eonian Records e come ci si sente ad essere finalmente sotto contratto?
Un caro amico della band ha messo online su MySpace una pagina dedicata agli Strike Twice e poco dopo si è fatto vivo Steve (Craig, boss della Eonian Records. NdR). Posso solo dire che ci si sente bene, avere tutti i propri pezzi su un disco dopo tutto questo tempo è qualcosa di speciale.

Com'era la scena musicale a New York ai tempi degli Strike Twice?
Era una figata. I locali erano pieni, i fan scatenati e... le tavole calde stavano aperte tutta notte!

Sarà stato divertente, ma credo anche difficoltoso far girare il nome della band con il movimento che c'era sul Sunset Strip, sbaglio?
Questa domanda mi è stata posta molte volte, praticamente era impossibile farsi notare. Abbiamo usato ogni escamotage possibile, e ce ne siamo inventati sempre di nuovi per combinare qualcosa di buono, ma, nonostante tutto, questo non ci ha portato da nessuna parte. Almeno fino ad adesso.

Che tipo di difficoltà avete incontrato nello specifico?
Sai come si dice: “non è quello che conosci, è chi conosci”. Be', io non la penso proprio così, credo sia meglio dire: “non è tanto quello che conosci o chi conosci, ma chi ti conosce”. Ricollegandoci alla tua domanda precedente, la difficoltà principale fu farsi notare dalle persone giuste.

Quando il grunge ha incominciato a prendere piede eravate ancora uniti: quanto ha influito sulla vostra decisione di smettere?
Non so se posso incolpare davvero il grunge dello scioglimento degli Strike Twice, credo sia stata soltanto una coincidenza.

Però è innegabile che abbia contribuito a porre la parola fine sul predominio del glam/sleaze che durava da alcuni anni. Quando ti sei veramente reso conto che stava finendo un'epoca?
Me ne andavo in giro per Los Angeles con un caro amico, lui stava suonando da poco in una band che vantava in formazione un cantante famoso. Avevano appena registrato un demo ed era fantastico. Credevo che per lui fosse arrivata la grande occasione ed ero felice, ma dopo mesi di tentativi, cd spediti in giro e nessuna risposta da parte delle major, ho capito che per quella scena non c'era più speranza.

Posso chiederti di che famoso cantante stiamo parlando?
Credo di sì... Mike Tramp.

Erano forse i Freak Of Nature?
Esattamente.

Ma se band come questa non hanno avuto grande successo, e non è stata colpa del grunge, come mai si sono sciolti gli Strike Twice?

Credo che ogni band sia destinata a durare per un determinato periodo e poi sciogliersi. Per noi era semplicemente arrivato quel momento.

Che cosa è successo dopo, avete cercato un lavoro?
Io sono tornato a studiare e ho preso un diploma. Gli altri hanno iniziato a lavorare per conto proprio.

E come vi è venuta l'idea di riformarvi dopo tutti questi anni?
Sinceramente sono sempre stato scettico sul riformare il gruppo, anche se sono rimasto in contatto con tutti nel corso degli anni. Ne abbiamo sempre parlato scherzandoci su, fino al giorno in cui non ci siamo detti... perché no?

State lavorando ad un disco di inediti?
Abbiamo scritto alcuni nuovi pezzi, ma non ti so dire se diverranno parte di un album o no.

Vi vedremo mai in Europa?
Stiamo cercando sponsor, e/o promoter che ci vogliano prendere in considerazione per un eventuale tour. Incrociamo le dita.




Torna ai contenuti | Torna al menu