ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


STATE COWS - State Cows

Reviews

STATE COWS
State Cows

(Avenue Of Allies/Frontiers Records)

2010

Sei vacche antropomorfe con cappellini e occhiali da sole, scorazzano a bordo di una fiammante Cadillac per un località desertica: la simpatica cover non deve però trarre in inganno, infatti musicalmente gli svedesi State Cows non scherzano affatto. Essenzialmente un duo composto da Daniel Andersson, voce e chitarra e Stefan Olofsson, basso e tastiere, ma coadiuvati da altri musicisti (tra cui il produttore, compositore e chitarrista Jay Graydon, già turnista per gente come Marvin Gaye, Joe Cocker, Cheap Trick e Barbra Streisand), propongono una musica definibile come west-coast aor, che risente soprattutto dell’influenza degli Steely Dan. Infatti, dopo la purezza aor dell’opener “I’ve Changed”, è un susseguirsi di citazioni poco velate alla premiata ditta Fagen/Becker, all’insegna di una musica che predilige ottimi arrangiamenti a base di soul, funky, jazz e blues. Il duo di Umeå non sbaglia un colpo, confezionando un disco che, anche nel suo anacronismo, risulta di una bellezza disarmante, riuscendo, inoltre, a piazzare un ipotetico hit con la splendida “Painting A Picture”. Se il ritorno degli Steely Dan e del Donald Fagen solista non vi hanno soddisfatto più di tanto, acquistate questo album a occhi chiusi.

Luca Driol

Track List:

1. I’ve Changed
2. New York Town
3. Come To The Point
4. Stella By The Barlight
5. Mystery Jane
6. Painting A Picture
7. Tunisian Nights
8. Looney Gunman
9. Riding This Highway
10. No Man’s Land
11. Lost In A Mind Game




Torna ai contenuti | Torna al menu