ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


CORNERSTONE - Somewhere In America

Reviews

CORNERSTONE
Somewhere In America


(Atom Records /Cornerstone)

2011


Secondo disco per la band austriaca che vede l’ingresso in formazione della singer Patricia Hillinger ad affiancare i fratelli Wachelhofer (chitarra e basso) ed il batterista Mike Pawlowitsch. La formula proposta, come per il precedente Head Over Heels è un raffinato e ovattato aor dalle atmosfere quasi live. Per certi versi quest’ultima caratteristica rende il suono dei Cornerstone estremamente personale e riconoscibile al primo ascolto a discapito di un’incisività ed una brillantezza troppo spesso penalizzati. Questa mancanza si percepisce soprattutto nei passaggi più rock, dove una buona dose di adrenalina si perde a causa della poca forza degli strumenti. Ne fanno così le spese brani come l’iniziale “Stay” e la seguente “Rise And Shine”, dal potenziale parzialmente inespresso. Al contrario nelle tracce più rallentate e riflessive, dove i ragazzi si esprimo al meglio, questo aspetto gioca a loro favore, conferendo un’atmosfera davvero seducente a canzoni come “Breath For You” ed alla ballatona “Right Or Wrong”, vero gioiellino dell’album. Ai Journey di metà anni ottanta si ispira la bellissima “Like A Stranger”, spettacolare nel suo ritornello da arena rock. “Being Unaware” è davvero divertente e ricorda non poco le melodie delle Bangles, mentre “Oblivious” ci trasporta addirittura su ritmi ska. Un disco che conferma appieno le grandi potenzialità di questa band, capace di muoversi con disinvoltura e stile su territori pop rock e aor, ad oggi non certo i più facili da percorrere.


Paolo Paganini

Track List:

1. Stay
2. Rise And Shine
3. Breathing For You
4. Right Or Wrong
5. Like A Stranger
6. Follow You, Follow Me
7. Being Unaware
8. Oblivious
9. High And Low
10. Strut




Torna ai contenuti | Torna al menu