ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


FABRI KIARELI’ S F.E.A.S.T. - Rise

Reviews

FABRI KIARELI’ S F.E.A.S.T.
Rise

(Avenue Of Allies/Frontiers Records)

2010

Già chitarrista e corista per artisti di casa nostra come Gianna Nannini, Dolce Nera e Tricarico, Fabri Kiareli debutta quest’anno coi suoi F.E.A.S.T., che rispecchiano l’amore per il cantante e polistrumentista nei confronti dell’hard rock anni ’80. L’album è una raccolta sincera di brani che, seppur con una certa semplicità, riportano a galla ancora una volta sonorità di venti e più anni fa, ora venate di blues (“Shock Me” e “Dangerous Love”, che ricorda vagamente l’hit “Black Velvet” di Alannah Myles), ora di arrembante heavy metal (la veloce “Win Or Lose”), ora ammantate da una più elegante veste epica (“Stormwind”). Apprezzabile lo sforzo di Kiareli, che qui si occupa di tutto (esecuzione, songwriting, arrangiamenti, produzione), lasciando la sola batteria nelle mani di Mao Granata (altro noto session man tricolore), coronando il sogno di pubblicare un cd di solare hard rock. Tra le tracce spiccano episodi particolarmente riusciti quali “Follow The Way”, “(Ain’ t Done) ‘Til It’ s Over”, la ballata “Broken Dreams” e la lunga e cadenzata “The Meaning Of Life”, al termine della quale, dopo qualche secondo di silenzio vi è celata una breve ghost track acustica per voce e chitarra. Indubbiamente un buon debutto, che mette in luce un altro valido artista made in Italy capace di scrivere e interpretare del valido hard rock.

Luca Driol

Track List:

1. Fire And Dynamite
2. Feed The Hunger
3. Love Renegade
4. Dangerous Love
5. Follow The Way
6. Cold Hearted
7. (Ain’ t Done) ‘Til It’ s Over
8. Win Or Lose
9. Stormwind
10. Broken Dreams
11. Shock Me
12. Burning Fever
13. The Meaning Of Life




Torna ai contenuti | Torna al menu