ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


GIANT - Promise Land

Reviews

GIANT
Promise Land

(Frontiers)

2010

È davvero difficile abituarsi all’idea che una band di culto come i Giant si sia dovuta separare dal proprio cantante originale. Dopo il loro oramai lontano ritorno sulle scene con l’album III (2001), tutti gli appassionati di rock melodico attendevano con una certa curiosità ed impazienza il nuovo lavoro, ma i molteplici impegni di Dann Huff non hanno permesso al carismatico singer di essere della partita. Il suo posto è stato preso dall’altrettanto valido Terry Brock (Strangeways, Seventh Key), mentre come secondo chitarrista è stato reclutato John Roth (attualmente in formazione nei rinati Winger). Promise Land abbandona solo marginalmente lo stile dei primi due monumentali dischi, rinunciando in parte alle tastiere a vantaggio di un suono più duro e rock. La qualità delle composizioni non ne risente però particolarmente ed anzi proietta il gruppo sotto una luce un po’ diversa ma altrettanto valida. A conferma della bontà di questo lavoro troviamo una serie di brani veramente efficaci che mantengono i Giant sui livelli di eccellenza a cui da sempre ci hanno abituato. L’opener “Believer” riprende il trademark del gruppo aggiungendo cori in stile Seventh Key/Mike Slamer, mentre la seguente “Promise Land” ricorda (ma solo nell’intro) “Rainbow Child” dei Dan Reed Network. Molto piacevole la journeyana “Never Surrender” dal ritornello di grande respiro, così come “Our Love” che riprende la tradizione delle grandi ballate del “Gigante”. Più dura e molto vicina allo stile di “Chained” dall’album Time To Burn è invece “Prisoner Of Love” da cui mutua l’incedere pulsante della chitarra ritmica. Energiche ma un po’ troppo anonime risultano al contrario “Two Worlds” e “Plenty Of Love”, mentre tocca a “Through My Eyes” il compito di riportare il combo americano sulla giusta rotta. Un graditissimo ritorno nel segno del miglior hard rock americano di fine anni ottanta.

Paolo Paganini

Track List:

1. Believer (Redux)
2. Promise Land
3. Never Surrender
4. Our Love
5. Prisoner Of Love
6. Two Worlds
7. Plenty Of Love
8. Through My Eyes
9. I’ll Wait For You
10. Dying To See You
11. Double Trouble
12. Complicated Man
13. Save Me




Torna ai contenuti | Torna al menu