ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


STRANGEWAYS - Perfect World

Reviews

STRANGEWAYS
Perfect World

(Frontiers Records)

2010


Confesso di non essere mai impazzito per la musica degli Strangeways neppure all’epoca dei loro acclamati album Walk In The Fire e Native Sons, ma devo dire che l’atmosfera umbratile ed intimista che pervade questo nuovo lavoro è veramente affascinante e calzante. Un disco che riporta alla mente più lo stile dei Dare che l’aor di metà anni ottanta e che necessita di qualche passaggio per poter essere assimilato ed apprezzato. Scordatevi chitarre strabordanti e produzioni scintillanti; in questo cd tutto è volutamente ovattato e misurato in modo da rendere l’ascolto doverosamente intenso e meditativo. L’intero album si snoda su queste caratteristiche e difficilmente potrete trovare un brano inadatto o furori posto. Un risultato raggiunto anche e soprattutto grazie alla meravigliosa ed intensa interpretazione di Terry Brock che nella journayana “Perfect World” e nella dolce e westcoastiana “Borderlines” dimostra tutta la propria duttilità e sensibilità. Anche quando la band spinge sull’acceleratore, come nel caso di “Movin On”, lo fa senza mai forzare e passare il limite, dando l’impressione di estrema compattezza e consapevolezza nei propri mezzi ed obiettivi. Da segnalare tra le tante la piccola gemma aor di “One More Day”, un distillato di classe ed eleganza, un esempio di come si possa comporre una splendida ballad senza scivolare nel banale. Ottimo disco, vivamente consigliato.

Paolo Paganini

Track List:

1. Perfect World
2. Borderlines
3. Movin On
4. Time
5. Crackin' Up Baby
6. Liberty
7. One More Day
8. Bushfire
9. Too Far Gone
10. Can‘t Let You Go
11. Say What You Want




Torna ai contenuti | Torna al menu