ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


DUSTINEYES - Next Stop Hell

Reviews

DUSTINEYES
Next Stop Hell

(Sliptrick Records/Andromeda Dischi)

2008


C:\Documents and Settings\Goto\Documenti\roxx zone 2.0\nextstophellbig.jpg
Error File Open Error

Nuovo full length per i DustInEyes, rock band lombarda che dopo alcuni anni di gavetta è recentemente approdata alla corte dell'americana Sliptrick Records, label che sembra avere un debole per il rock'n'roll di casa nostra. Oltre al combo varesino, infatti, vanta nel proprio roster anche Houston!, Scarlet Violet e Dirtynova. La prima impressione è quella di non trovarsi di fronte ad un gruppo italiano: le vocals abrasive di Lele Dust, probabilmente coltivate a suon di Marlboro & Jack, sono come un destro da ko preso in piena faccia dal campione del mondo dei pesi massimi! La sezione ritmica (P.I.Z. molestatore di corde di basso e S.H. Valenti scorticatore di pelli) è come un treno in corsa impazzito che sta per travolgere tutto ciò che trova sulla sua strada; la chitarra di Umbo Dust è la componente melodica, pronta a cesellare assoli di pregevole fattura e ritmiche coinvolgenti. Se l'opener "The Beast" è una bomba fatta per esplodere, la successiva "Beer, Whisky And Bar", oltre che, probabilmente, il manifesto d'intenzioni della band, è un concentrato di violenza e melodia che ben riassume quanto contenuto su questo disco. La vena scan rock tradisce le influenze del quartetto, che sicuramente è appassionato di tutto quel tipo di musica di cui certi gruppi scandinavi sono maestri, la nota positiva è che i DustInEyes sono capaci di reinterpretare e fare propria una proposta forse inflazionata ma che, con un briciolo di classe e originalità, si può ancora rileggere in chiave personale. Proseguendo con l'ascolto, brani come "Lost In Venice", "Dead Man Boogie" e "Innocent Cries" non fanno che confermare quanto appena detto, anche se qualitativamente parlando bisogna riconoscere che tutti i pezzi si attestano su livelli molto alti. C'è poco da aggiungere, procuratevi il disco di questa "fast and furious rock and roll band" e divertitevi sino alla morte… next stop: Hell!

Stefano Gottardi

Track List:

1. Next Stop Hell
2. The Beast
3. Beer, Whisky And Bar
4. Lost In venice
5. Raisehell Rock N Roll
6. Dead Man Boogie
7. Your Lies
8. Innocent Cries
9. Tonight - I'm Your Snake -
10. Light To Go Away
11. Give Me All Your Hate
12. Raising Hell B.A. (Bonus Track)





Torna ai contenuti | Torna al menu