ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


ECHOES - Nature | Existence

Reviews

ECHOES
Nature | Existence

(Progrock Records)

2010

Alzi la mano chi conosce almeno una band venezuelana: presumibilmente nessuno. Per questo è un piacere ancora maggiore ascoltare gli Echoes, sestetto di Caracas che propone un buon progressive metal, melodico e mai troppo ostico o fine a sé stesso, che alterna brani cantati ad altri strumentali. I modelli di riferimento della band non si discostano da quelli della maggior parte dei gruppi che suonano questo genere: i Dream Theater, infatti, rimangono probabilmente il principale nume tutelare, ma qua e là affiorano pure sonorità similari a Shadow Gallery, Vanden Plas e Threshold. La band, pur essendo un sestetto, in formazione non comprende nessun cantante ufficiale, e si avvale perciò di ben quattro vocalist esterni, tra cui risaltano le prove del bravo Nick Storr, ospite sull’ottima “Leaf Motif”, pezzo in cui i sudamericani riescono a coniugare al meglio melodia e tecnica, e quella di Tobias Jansson, responsabile della prova vocale su “Unfair”, dotato di un timbro più muscolare che ricorda quello di Roy Khan (Conception e Kamelot). Diversi sono i brani strumentali, nei quali il gruppo dà pieno sfoggio del proprio bagaglio tecnico potendo usufruire di ben tre chitarre, delle ottime tastiere di Alfredo Ovalles e di un sax che fa capolino in un paio di tracce. In fondo all’album si trovano le canzoni più atipiche: la suadente “Winds Of Dread”, che sfoggia retaggi tardo pinkfloydiani, la toccante “Farewell”, nella quale un pianoforte duetta con un quartetto d’archi (l’Anechoic Chamber String Quartet) e “Prologue”, ottimo strumentale che chiude in bellezza il cd. Ispirato debutto per una band a cui non possiamo che augurare un futuro luminoso.

Luca Driol

Track List:

1. Epilogue (…Is Where We Start)
2. Rude Awakening
3. Leaf Motif
4. Lullaby
5. Bonfires
6. Unfair
7. Seasons Came To Pass
8. Far From Coincidence
9. Despair
10. Winds Of Dread
11. Farewell
12. Prologue (Where We End…)




Torna ai contenuti | Torna al menu