ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


DANGER ZONE - Line Of Fire

Reviews

DANGER ZONE
Line Of Fire

(Avenue Of Allies/Frontiers Records)

2011

Ventidue anni. Questo il lasso di tempo passato tra l’incisione di questo album e la sua pubblicazione. Ma chi sono i Danger Zone? Il gruppo nasce a Bologna nei primi anni ’80 ad opera del chitarrista Roberto Priori e nel 1984 pubblica l’ep Victim Of Time: grazie a questo lavoro comincia a farsi conoscere in Italia sino ad ottenere un importante contratto discografico. La band parte per gli States, suonando in diversi club e facendosi una discreta fama: la strada per il successo sembra spianata, ma, a causa di problematiche legali, l’album di debutto, dopo l’incisione, rimane accantonato per più di vent’anni. Intanto il leader Priori trova il tempo di suonare con gli 883, pubblicare dischi solisti e dedicarsi a innumerevoli progetti musicali. Oggi i Danger Zone si sono riformati e grazie all’Avenue Of Allies riescono finalmente a pubblicare quell’esordio ormai entrato nella leggenda. Ci troviamo effettivamente di fronte ad un album che si colloca decisamente al di sopra delle produzione italiane dell’epoca e anche oggi fa ancora un’ottima figura. Le influenze risentono dei migliori act che l’hard rock statunitense ha partorito durante gli eighties, quali Ratt, Dokken, Winger e Poison, ma è innegabile che la band riesca ad essere tecnicamente matura, proponendo anche un buon songwriting, il tutto supportato da una nitida produzione. Brani come l’incisiva opener “Line Of Fire”, la calda ballad “Walk Away”, il classico hard cromato di “State Of The Heart” e la vertiginosa “The Hunger” (uno dei pezzi più riusciti del cd), risultano vere e proprie perle di hair metal di altissima classe, arricchite ulteriormente dal talento chitarristico di Priori, dall’ottima interpretazione vocale di Giacomo Gigantelli e dal buon supporto di Peresson (attualmente chitarrista dei Markonee!), Gregori e Palmieri. Oggi possiamo affermarlo con certezza: valeva veramente la pena che questo disco venisse pubblicato!

Luca Driol

Track List:

1. Line Of Fire
2. Children Of The Revolution
3. Walk Away
4. Fingers
5. State Of The Heart
6. Hardline
7. The Hunger
8. Let Me Rock
9. That’s Why I Fell In Love With You
10. Love Dies Hard




Torna ai contenuti | Torna al menu