ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


JOHNNY BURNING

Interviews

JOHNNY BURNING - D.B.

Intervista a cura di Luca Driol

Abbiamo fatto una chiacchierata con D.B., chitarrista della glam band italiana del momento: freschi di contratto con la neonata Street Symphonies, per la quale è appena uscito il debut album Get Up, Get Loose, Get Off!, ecco a voi i Johnny Burning!

Ciao ragazzi, cominciate col raccontarmi quali sono stati i primi passi della band.
Ciao! I Johnny Burning come li conosci ora iniziano la loro storia nel 2005 come band intenzionata a suonare del rock n' roll di stampo '80s, l'idea era già quella di proporre, prima o poi, materiale nostro, ma inizialmente, per prendere confidenza tra noi e per farci conoscere in giro, abbiamo fatto per un po' cover delle nostre band di riferimento. Nel momento in cui ci siamo sentiti pronti per farlo, abbiamo abbandonato le cover per scrivere e suonare solo musica nostra e Get Up, Get Loose, Get Off! è il risultato.

Cosa significa il monicker Johnny Burning?
Se fossi in te non mi fiderei troppo di questa risposta, o ancora meglio andrei a spulciare un po' di nostre interviste in giro per il web dove ci hanno fatto la stessa domanda (ride), comunque il nome della band viene da quello di un cane di un cartone animato anni '80 (...).

Come nascono i vostri brani?
Generalmente uno di noi arriva in sala prove già con un'idea ben precisa della canzone che propone, fatto questo si lavora tutti insieme alla composizione delle parti strumentali e all'arrangiamento, aspetto sul quale ci soffermiamo molto e a cui diamo estrema importanza.

Quali sono le band che vi hanno ispirato maggiormente?
Anche se forse ad un primo ascolto non si direbbe, i Johnny Burning hanno influenze estremamente disparate, sicuramente band come Guns N' Roses, Skid Row, Mötley Crüe, Mr. Big, e tutto il movimento hard rock e glam degli anni '80 sono un comune denominatore tra noi, ma ogni membro ascolta anche - e non poco - generi completamente diversi come il blues, il rock anni '50, il southern rock, fino ad arrivare al metal estremo. Se fai attenzione, all'interno delle canzoni potrai sentire note, sonorità e melodie che derivano dai generi che ti ho elencato.

Ho un debole per il tuo stile: è da molto che suoni? Quali chitarristi ti hanno maggiormente influenzato?
Intanto grazie mille per i complimenti! La cosa non può che farmi piacere! Ho iniziato a suonare nel 1995 e da allora la chitarra è sempre stata un'estensione di me e di quello che voglio esprimere. I chitarristi che mi hanno maggiormente influenzato sono stati sicuramente Slash, Kee Marcello, Yngwie Malmsteen e Paul Gilbert ognuno per motivi differenti. Nel mio piccolo cerco sempre di dare un senso ed un certo carisma e personalità ai miei soli per averne il più possibile una sonorità mia, come un marchio di fabbrica, senza voler somigliare a qualcuno che già c'è: spero di esserci riuscito.

Di cosa trattano i vostri testi? In un genere come l’hard rock, ritenete importante l’aspetto riguardante le liriche in una canzone?
I testi sono un aspetto fondamentale delle nostre canzoni, quando suoniamo un brano dal vivo, lanciamo un messaggio con quei testi. E quando ascolti il disco e leggi il libretto, puoi stare sicuro che ogni frase che leggerai, che sia stata scritta da uno o dall'altro, ha un'estrema importanza.

Ho già fatto la stessa domanda ad Emiliano Nanni di B.R.C.: credete che Bologna (e provincia) sia veramente una “rock city”?
Abbiamo rispetto per Bologna e per svariate band della città che spaccano e con cui abbiamo anche diviso il palco, ma ci teniamo a precisare che noi ci riteniamo per così dire "autonomi", in quanto proveniamo da una realtà molto diversa da quella di Bologna, per cui non mi sento di giudicare la città e dire se è rock city o no.

Vi ho apprezzati già diverse volte on stage: avete una gran carica, un ottimo vocalist, un’eccellente attitudine e soprattutto proponete solo pezzi vostri, è da molto che fate concerti? Come vi preparate per dare il meglio dal vivo?
Ti ringrazio ancora per i complimenti! Come detto precedentemente, abbiamo iniziato a suonare nel 2005 e da allora abbiamo effettivamente avuto un'ottima attività live, in ogni caso vogliamo sempre migliorarci e porci traguardi più alti di concerto in concerto. Come preparazione al live... dunque... vediamo... beviamo, beviamo, beviamo, beviamo e beviamo! (ride)

Qual è l’album che vi ha cambiato la vita?
Il mio sicuramente Use Your Illusion I e II, mentre per Niko Back In Black, gli altri in questo momento non sono presenti, sarebbe più giusto che rispondessero loro.

Un grande in bocca al lupo da tutta Roxx Zone!
Grazie a voi ragazzi! Long live rock n' roll!!





Torna ai contenuti | Torna al menu