ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


SUPERHORRORFUCK - Horrorchy

Reviews

SUPERHORRORFUCK
Horrorchy

(Bubble Blood Records/Defox)

2008

Horrochy è il debut album dei Superhorrorfuck, horror glam punk band di Verona; la copertina fa venire voglia di sfogliare il (ricco) booklet completo di testi e foto, ed in linea con la storiella che racconta la nascita del gruppo. Più che di nascita sarebbe meglio parlare di morte. Sì, perché è proprio dopo un incidente mortale occorso ad una band di punk rocker che stava andando a suonare in un locale la notte di Halloween del 2005, che i quattro membri resuscitati decidono di continuare la propria carriera di musicisti sotto forma di morti viventi. Non sappiamo come fosse la band prima del “trapasso”, ma sicuramente l'idea venuta ai ragazzi veneti crea curiosità attorno al nome del gruppo. Mossa azzeccata, quindi, e look decisamente appropriato e curato. La proposta ricorda in qualche modo quella di Wednesday 13 e la sua vecchia band Frankestein Drag Queens From Planet 13, con liriche chiaramente ispirate a tematiche oscure e misteriose, con un pizzico di ironia caratteristico proprio del singer americano (“I Was A Teenage Munster Made With Corpses”, “Devil Loves Me”, “Splatterporn”). La palma del miglior brano va a “Lovesong For A Necrophiliac Girl”, con testo da brividi (“Don't Leave Me Alone In My Grave Tonight / Don't Leave Me Alone And I Will Be Your Fright / My Casket Looks So Empty Without You / So Please Don't Leave Me Alone Necrophiliac Girl”) e partenza da semi ballad, prima di esplodere in un ritornello memorabile. L'effetto del tentativo di cantare in maniera romantica del singer vale da solo il prezzo del cd! Pezzi brevi (in poche occasioni si superano i tre minuti), veloci, stilisticamente omogenei con cori e le roche vocals di Dr. Freak in bella evidenza, si susseguono riuscendo a tenere sempre viva (ahem...) l'attenzione. La formuletta magica funziona, infatti i brani meno convincenti sono quelli con il minutaggio più alto (“Dr Jackson & Mr. Price”, “Lights Of Hell”), ma a parte questi sporadici episodi, la qualità è costante. Bravi in quello che propongono, grezzi e diretti come il genere richiede, i Superhorrorfuck potrebbero piacere allo stesso modo sia ai fan del glam/sleaze che a quelli del punk rock. Che l'orrore abbia inizio!

Stefano Gottardi

Track List:

1. 10-7
2. I Was A Teenage Munster Made With Corpses
3. 666 Feet Under The Shit
4. Devil Loves Me
5. Lights Of Hell
6. News 4
7. Horrorchy
8. Dr. Jackson & Mr. Price
9. Inside You
10. The Man Without Hand
11. Splatterporn
12. Brainsucker Motherfuckers From Outa Space
13. Lovesong For A Necrophiliac Girl
14. Hell-Go Kitty
15. +++







Torna ai contenuti | Torna al menu