ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


AA.VV. - Glam Fest Invasion Vol.2

Reviews

AA.VV.
Glam Fest Invasion Vol.2

(Bologna Rock City/SELF)

2011


Seconda compilation dedicata al glam/hard rock anni '80 edita da Bologna Rock City, a pochi mesi di distanza dalla prima; (nobile) scopo della label felsinea è dare voce all'underground tricolore tutto lustrini e paillettes. Almeno nelle intenzioni, perché su questo lavoro di glam, a parte il titolo, c'è ben poco. La cosa non ci disturba, anche perché spesso e volentieri le catalogazioni lasciano il tempo che trovano, ad aprire le danze ad ogni modo è la band più sleazy del lotto, i torinesi Backstage Heroes. Ottimi strumentisti ed abili compositori, propongono tre brani estratti dal debut album autoprodotto Too Rude To Be Cool uscito nel 2010, fra i quali spiccano la killer song “Anybody” e la Aerosmith-oriented “I Joke(he)r”. È poi il turno degli (a noi) sconosciuti Dead Ronnies, che presentano tre tracce estrapolate dal loro più recente demo e che non sembrano godere di una produzione molto soddisfacente. Essenziali nella tecnica e nello stile, paiono guardare più al punk che all'hard rock, e a dire il vero convincono proprio poco. Nessuna composizione spicca particolarmente (anche se qualche richiamo ai primi D-A-D di “Just Like Before” si lascia apprezzare) e la voglia di skippare prende presto il sopravvento. Molto più curata, ben suonata e pertinente alla natura della compilation la proposta dei modenesi Old Man's Cellar, che tuttavia stentano a livello compositivo, un po' come accadde con il loro primo album Wine And Swines del 2009. Anche per loro tre canzoni, prese dal secondo full-length Damaged Pearls, per il quale hanno recentemente firmato un contratto con la inglese Casket/Copro Records. Bravi, ma freddi, non riescono a lasciare il segno. Chiudono il tutto tre pezzi degli Snakebite (dal passato glam oriented ma ora dediti ad un hard rock di stampo 80iano, piuttosto classico e maturo), due originariamente inclusi nel debut Love Hurts... Snake Bites pubblicato proprio da BRC nel 2010 (“Red House” e “Scary Kitchen”) ed uno estratto dall'ep WTF?! Del 2009 (“Best Memories”). Buona la scelta dei brani, da parte di una delle band più convincenti del roster di Bologna Rock City, e sicuramente nel complesso la più interessante di questa compilation.

Stefano Gottardi

Track List:

1. Anybody (Backstage Heroes)
2. I Joke(He)r (Backstage Heroes)
3. Die For Me (Backstage Heroes)
4. Nipples (Dead Ronnies)
5. Cross My Heart And Hope To Die (Dead Ronnies)
6. Just Like Before (Dead Ronnies)
7. Damaged Pearls (Old Man's Cellar)
8. Hyperlove (Old Man's Cellar)
9. Is This The Highest Wave (Old Man's Cellar)
10. Best Memories (Snakebite)
11. Red House (Snakebite)
12. Scary Kitchen (Snakebite)




Torna ai contenuti | Torna al menu