ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


G.O.D. - Generation On Dope

Reviews

G.O.D.
Generation On Dope

(Bagana Records/Edel)

2010


Guardando la copertina di questo disco è impossibile non fare un salto nel passato per frugare nei ricordi, anche per un solo istante, e rendersi conto di come il tempo cambi le cose. Correva l'anno 2003, ed il gruppo che oggi si chiama G.O.D. rispondeva al nome di Razzle Dazzle. Il mini cd di debutto, What The Hell...?!, mostrava due bionde fanciulle in copertina e dei truccatissimi glamster sul retro, in un tripudio di coperte zebrate e manette di pelo rosa. In fondo Poison e Mötley Crüe li abbiamo ascoltati tutti da ragazzini, poi magari crescendo gli interessi musicali si sono spostati verso qualcosa di più complesso, oppure di più moderno, ed infatti già il successivo Razzle Dazzle Inc. del 2005 vantava un songwriting più maturo, che in qualche modo andava ad anticipare ciò che questa band è diventata. Generation On Dope, dedicato allo scomparso bassista dei Razzle Dazzle Mario Gilardengo, è una sorta di evoluzione, che il gruppo ha preferito partorire con un monicker diverso, ma che conserva in qualche maniera lo spirito originale, seppur presentato sotto spoglie più heavy e misteriose. È un album che sa essere freddo e tagliente, e allo stesso tempo caldo e avvolgente, con le sue mille sfaccettature, segno di grande ricerca musicale e considerevole sfoggio di idee. Dal rock'n'roll moderno dell'opener “Cinnamon” alle sfuriate “metalliche” della successiva “Remember Me” c'è quasi un abisso, ma saper coniugare differenti influenze e rimodellarle a proprio piacimento è una dote che non tutti hanno in dono. Sarà la prova del tempo a svelare i segreti custoditi negli angoli più reconditi di queste registrazioni, quei particolari che ad un ascolto disattento o superficiale non riescono ad arrivare immediatamente al cuore. Ma se un pezzo come “Remember Me” riesce a trasmettervi qualcosa, presto o tardi saprete apprezzare questo disco. Le onde più alte e pericolose vanno affrontate con grande coraggio e altrettanta saggezza, se non si vuole correre il rischio di affogare: i G.O.D. hanno cavalcato la loro con determinazione, senza indugi e soprattutto senza fermarsi a pensare troppo al passato. Nella musica, come nella vita, guardare avanti significa crescere.

Track List:

1. Cinnamon
2. Remember Me
3. Take You Down
4. Let Me Come
5. Perfect Alibi
6. Breed
7. Inside The Gun
8. Nice To See You Cry
9. Clean
10. No Solution
11. Chemical Sanity
12. Any Given Word
13. Dance (Domingo Remix)




Torna ai contenuti | Torna al menu