ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


DEAR DIARY - Dear Diary

Reviews

DEAR DIARY
Dear Diary

(Eönian Records)

2010


I Dear Diary, come molte hair band americane dei primi anni novanta, si sono fatti la loro bella gavetta, rockeggiando in lungo e in largo per gli Stati Uniti dall'Illinois alla California, e portando le loro composizioni nei club più in aprendo per gente come Lillian Axe, Bullet Boys e Lynch Mob. Accostati a Harem Scarem, House Of Lords e Hardline nella press release che accompagna il disco, probabilmente non assomigliavano davvero troppo a nessuno di questi gruppi, sebbene l'approccio sia più melodic hard rock oriented rispetto ad altre uscite targate Eönian Records. Forse quello con gli Heavens Edge sarebbe un paragone più azzeccato. Se una canzone come “Momma Said”, per inciso una delle migliori del lotto, strizza l'occhio all'hair metal tanto in voga in quel periodo, altre come “Tanqueray Tina”, “Dream In Colors” e “Shiny Like The Bubbled Glass” prendono le distanze dalle mode del Sunset Strip assestandosi su binari più melodici, mentre “She Danced For Me” mette in mostra addirittura una vena più cupa e misteriosa, del tutto inusuale per un gruppo di questo tipo. “One Step Closer”, non solo nel titolo, ricorda invece gli Enuff Z' Nuff più energici; sebbene Jeff Evans non possieda una timbrica caratteristica come quella di Donnie Vie, né una tecnica sopraffina, la sua voce fuori dagli schemi è probabilmente la vera particolarità di questo lavoro. Bei brani e un'immagine adatta al genere proposto non sono tuttavia bastati a garantire ai Dear Diary un contratto discografico. Ai posteri tramandano un buon album, sperimentale per i tempi, e infatti ancora godibile ai giorni nostri, a differenza di molti altri prodotti glam 80iani che risentono un po' troppo del trascorrere del tempo. Peccato che la qualità delle registrazioni non sia la stessa per tutto il cd, ma, anche se non è indicato nelle note che accompagnano il disco, si tratta pur sempre di una raccolta di demo realizzati in periodi e posti diversi...

Stefano Gottardi

Track List:

1. I Wanna Know
2. Mama Said
3. Slow Down
4. Tangueray Tina
5. One Step Closer
6. Red Rose Burn
7. Dream In Colors
8. Shiny Like Bubble Glass
9. She Danced For Me
10. Plain To See




Torna ai contenuti | Torna al menu