ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


ALESSANDRO BEVIVINO - Dead Ballad Session

Reviews

ALESSANDRO BEVIVINO
Dead Ballad Session

(Autoprodotto)

2012

Facciamo finta che abbiate visto almeno una volta nella vita “Shining” e che vi abbia terrorizzato a tal punto che la notte non avete chiuso occhio. Facciamo finta altresì che un giorno riceviate con la posta un pacchetto che contiene un mini disc e un foglio autografato su cui è ripetuta diverse decine di volte la frase “La mattina ha l’oro in bocca”. Ora, un cinefilo con sufficiente sangue freddo farebbe notare l’evidente errore (il film dice “il mattino”, non “la mattina”), un signor nessuno che ha visto il film e ancora ha i brividi avrà probabilmente paura anche a inserire il mini disc nel proprio lettore, temendo ritorsioni come un virus che ti cancella tutto l’hard disk, ti viola le password e magari ti fa anche appassire tutte le piante in giardino. Fedele a questo inizio inquietante, Dead Ballad Session è un promo di tre brani che cerca di compiere un viaggio all’interno dell’orrore umano, e come I Corti Di Verbo Nero e Disco Samurai erano lavori concepiti come la colonna sonora di un immaginario film spaghetti western, questo richiama gli horror movie di serie B. La cosa che ci salva da un’altra sessione di incubi notturni è l’ironia, che per fortuna abbonda anche in questo genere cinematografico e non manca all’interno del mini disc. L’unico consiglio che ci sentiamo di dare ad Alessandro Bevivino è quello di uniformare un po’ le sue uscite; tre lavori, anche se autoprodotti, e prodotti molto bene, nel giro di un anno forse sono un po’ tanti e rischiano di confondere un mercato underground già di per sé saturo. Giusto Joe Bonamassa può permettersi di sfornare due album all’anno, se ci è consentito il paragone.

Anna Minguzzi

Track List:

1. Horror B Movie
2. Incubo Orgasmico
3. Paradiso

Contatti:

Facebook




Torna ai contenuti | Torna al menu