ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


SMOKEY FINGERS - Columbus Way

Reviews

SMOKEY FINGERS
Columbus Way

(Tanzan Music)

2011


Quello degli Smokey Fingers è il classico esempio di un gruppo che raggiunge in pieno l’obiettivo già al primo colpo. Per la band lodigiana infatti, pur trattandosi del disco d’esordio, si evidenziano chiarezza di intenti, originalità nel genere proposto e un buon livello di esecuzione in generale. Come si può facilmente intuire dall’immagine di copertina, gli Smokey Fingers ci introducono nel mondo del profondo sud americano, popolato da redneck con la falda del cappello abbassata a nascondere gli occhi, personaggi solitari che cantano i propri sentimenti con il mistero nella voce e panorami sterminati con un orizzonte che sembra non finire mai. Dedicarsi al southern rock nel bel mezzo della Pianura Padana potrebbe sembrare anacronistico, ma il quartetto ha ben chiaro in testa quello che vuole e quindi convince fin dal primo ascolto, forte anche di una produzione eccellente. Fra gli altri, numerosi, aspetti positivi di Columbus Way vanno evidenziati la buona varietà nello stile dei pezzi, grazie alla quale troviamo ballad acustiche come “Sweet Tears” e “Born To Run” e brani dal ritmo incalzante come “The Good Country Side” e l’iniziale “Old Jack”, e il calore emotivo sprigionato dalla voce di Gianluca “Luke” Paterniti, meno grezza di quello che ci si potrebbe aspettare per il genere, ma in perfetta sinergia con gli altri strumenti. Da non perdere assolutamente.

Anna Minguzzi

Track List:

1. Old Jack
2. The Lover
3. Chains Of Mind
4. Born To Run
5. Ride To Love
6. Over The Line
7. Die For The Glory
8. The Good Country Side
9. Sweet Tears
10. Country Road
11. Crazy Woman
12. Devil’s Song




Torna ai contenuti | Torna al menu