ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


BARNUMFREAKSHOW - CCM

Reviews

BARNUMFREAKSHOW
Circuiti | Carne | Metallo

(Autoprodotto)

2011

Esordio autoprodotto per i capitolini Barnumfreakshow, band dal monicker circense dedito a una sorta di industrial con sprazzi metal, in cui spiccano le liriche in italiano. L’album si dipana tra brani piuttosto puliti, evitando le bordate di N.I.N., Ministry e Atari Teenage Riot (tanto per fare qualche nome noto), ma anche gli eccessi elettronici di Laibach ed epigoni. Il cantato tricolore, in certi frangenti, rammenta pericolosamente i Subsonica, ma la band rimane ancorata comunque a lidi più metallici, grazie alle chitarre distorte, al ricorso sporadico dello screaming da parte del vocalist Enrico H. Di Lorenzo e a qualche momento più rabbioso (“Terror Manifesto Atto II”). Se i pezzi non sono sempre convincenti (vi è una certa ripetitività di fondo), vi sono da rimarcare una buona produzione, validi arrangiamenti e, dettaglio non trascurabile, un’originale veste grafica. Forse l’anello debole della band rimane proprio Di Lorenzo, singer che dà il meglio di sé quando “gioca sporco”, ma che soffre quando si diletta nel cantato “pulito”. Se l’esordio in questione fosse uscito una quindicina di anni fa, si sarebbe parlato di “miracolo italiano”: oggi è solo un buon lotto di brani elettro-metal.

Luca Driol

Track List:

1. Terror Manifesto Atto I
2. Anguis Lapsus Volvitur
3. Diva
4. Fuori Produzione
5. Terror Manifesto Atto II
6. Gravità Zero
7. Dolce Delitto
8. Matrice Industriale (Revisione)
9. Terror Manifesto Atto III




Torna ai contenuti | Torna al menu