ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


CHERRY LIPS - Blow It Away

Reviews

CHERRY LIPS
Blow It Away


(Vrec/Venus)

2011

Le Cherry Lips, anche se dopo l'ingresso del batterista Michael Reale al posto di Serena Zocca, sarebbe più corretto dire “i Cherry Lips”, tornano con il secondo album in studio, a tre anni di distanza dal debut omonimo. Un disco, patrocinato da Andromeda Relix, che aveva fatto ben parlare del quartetto veronese, persino ristampato dalla svedese Swedmetal dopo poche settimane dall'uscita. Il fallimento della casa discografica scandinava, il cambio di line-up, qualche mese di silenzio, e poi, ecco sbucare dal nulla questo Blow It Away su etichetta Vrec. La copertina, dichiaratamente ispirata al white album dei Beatles, è il primo segnale dell'avvenuta maturazione stilistica del combo tricolore, ben testimoniata dall'opener e title track. Il suono, indurito e più aggressivo, appare da subito spogliato di quella matrice retrò che caratterizzava l'esordio, scegliendo territori più freschi e moderni. Sempre di rock'n'roll si tratta, ma il songwriting è più adulto e ricercato (anche nei testi), e la struttura delle composizioni meglio articolata. Di contro manca l'immediatezza che aveva il disco di debutto (soprattutto i ritornelli diretti), e, in particolar modo nella seconda parte del cd, si nota qualche passaggio un po' macchinoso che abbassa sensibilmente il livello di gradimento generale. Pezzi come “Sick And Spiteful”, “Bitches n' Losers” e la title track mostrano i denti ed esaltano le doti compositive della band, lasciando ben sperare in vista del terzo album, probabile prova del fuoco che ci auspichiamo che Stefania Parks e la sua ciurma sappiano affrontare e superare con determinazione.

Stefano Gottardi

Track List:

1. Blow It Away
2. Sick And Spiteful
3. Bitches n' Losers
4. This Time
5. Go Home
6. Got It Wrong
7. U Know U Can
8. Spit It Out
9. Apathy
10. My Satellite




Torna ai contenuti | Torna al menu