ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


HOUSE OF LORDS - Big Money

Reviews

HOUSE OF LORDS
Big Money

(Frontiers Records)

2011


La macchina House Of Lords si è inaspettatamente inceppata. Se con il precedente Cartesian Dream la band aveva ben impressionato, non altrettanto può dirsi del nuovo Big Money. La vena artistica di Mr. James Christian sembra essersi improvvisamente chiusa e a pagarne le conseguenze sono le canzoni di questo album, che non riesce mai a convincere e ci lascia nel complesso piuttosto perplessi. A distinguersi in negativo è da subito la produzione non certo brillante e l’impasto sonoro che pervade tutte le 12 tracce del disco, piuttosto distante da quello che dovrebbe essere il minimo sindacale per un gruppo di questa caratura. La cosa è evidente soprattutto nella title track che apre il cd, mentre la situazione sembra migliorare leggermente con la seguente “One Man Down” dal sapore propriamente zeppelin. Aor allo stato puro è invece “First To Cry” che pur non facendoci sobbalzare dalla sedia si lascia ascoltare piacevolmente, così come la seguente pomposa “Someday When” forse il brano migliore, almeno a livello di songwriting. Purtroppo però le note positive finiscono qui, in quanto la seconda parte del disco scivola via piatta, senza il minimo sussulto e neppure le notevoli doti vocali, da sempre punta di diamante di Christian, riescono a sopperire ad un cd piuttosto banale e privo di idee. Un lavoro scialbo che non verrà certo ricordato come uno dei vertici di una ormai lunga carriera e dalla quale era lecito attendersi molto di più.

Paolo Paganini

Track List:

1. Big Money
2. One Man Down
3. First To Cry
4. Searchin’
5. Someday When
6. Livin’ In A Dream World
7. The Next Time I Hold You
8. Run For Your Life
9. Hologram
10. Seven
11. Once Twice
12. Blood




Torna ai contenuti | Torna al menu