ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


STRIKE - Back In Flames

Reviews

STRIKE
Back In Flames

(Jolly Roger Records)

2012

Ristampa importante per quello che è ritenuto da molti uno dei primi vagiti del metal tricolore, ovvero l’esordio (e unico album) dei partenopei Strike, orginariamente pubblicato nel 1981 dalla Skyzo Records. Non scevro di ingenuità, l’album ha però già più di trent’anni sul groppone e all’epoca tanti metal-hero italiani odierni giocavano ancora col Big Jim; se poi, scartabellando tra gli almanacchi, riscopriamo che gli esordi discografici di nomi storici come Vanadium, Death SS e Strana Officina (tanto per citarne alcuni tra i più noti), risalgono tutti a date successive il 1982, allora diventa ancor più evidente il valore di questa ristampa. Detto questo, in Back In Flames troviamo chiari riferimenti musicali di ciò che “andava” all’epoca, dal metal arrembante in stile Judas Priest di “Short Cut To Hell”, alla più rockeggiante “Hot Wheels”, affine agli AC/DC, sino alle kissiane “Let Me Go” e “C’ Mon Let’s Go”, queste ultime bonus track appartenenti a una demo rilasciata dal gruppo nel 1985. Quando la band esagera nel rifarsi ai propri idoli musicali si sfiora il plagio (il refrain di “Go Your Way” ricorda sin troppo “Living After Midnight” dei Judas Priest), ma è indubbio che l’album sia una piacevole raccolta di nostalgico hard & heavy, su cui troneggia la chitarra solista di Paul Ingrosso (deceduto nel 2002), che in “Fly” si diletta addirittura in un assolo di flamenco in solitaria. Questa è storia!

Luca Driol

Track List:

1. Short Cut To Hell
2. Head Out
3. I Want To Rock
4. Hot Wheels
5. Heavy Metal Army
6. Go Your Way
7. Fire’s Goin’ Higher
8. Running The Race
9. We’ve Got The Music
10. Flames (Demo)
11. Let me Go (Demo)
12. C’ Mon Let’s Go (Demo)
13. Fly




Torna ai contenuti | Torna al menu