ROXX ZONE - If you don't like rock n' roll... we don't like you!


Vai ai contenuti

Menu principale:


SEVERAL UNION - Awake From The Game

Reviews

SEVERAL UNION
Awake From The Game

(DMB Music/Rude Networks)

2011


Nuovo disco e nuova etichetta per i Several Union, che con questo Awake From The Game raggiungono quota due full length realizzati. La copertina potrebbe forse far pensare ad una gothic metal band con voce femminile, invece il combo cesenate propone un metal/alternative moderno e di stampo americano. Registrato e mixato allo studio 73 da Riccardo Pasini (Extrema, Slowmotion Apocalypse, Ephel Duath, etc) e masterizzato allo Sterling Sound di New York da Ted Jensen (Bullet For My Valentine, Korn, Muse, Disturbed, Linkin Park, etc), il disco suona potente e compatto, senza grossi cali di tensione. Ad un riffing granitico si contrappongono melodie immediate e dal sapore talvolta pop che rendono le canzoni piuttosto dirette, seppur con la solida base rock di partenza in bella evidenza. Fra i brani spiccano sicuramente “Erase The Sorrows”, “Best Of Me”, “Tonight You're Mine” e “The Game”, con la speciale apparizione di Olly (The Fire/Shandon) che ha partecipato anche al videoclip. Tutti i pezzi citati conquistano dal primo ascolto e piacciono anche sulla lunga distanza, in ogni caso il songwriting è di buona fattura e si mantiene piuttosto alto e costante lungo tutta la tracklist. Unico neo è rappresentato dall'inserimento di una cover di “Dream On”, storica canzone degli Aerosmith prima maniera, accelerata e stravolta in modo discutibile. A parere di chi scrive, certi capolavori andrebbero lasciati intatti. Alla cover partecipa un altro ospite speciale, tale Andrea Rock, che una ricerca in rete ci fa scoprire essere un dj/cantante abbastanza noto nel circuito radiotelevisivo. Una vena malinconica, accentuata da alcuni episodi più pacati e toccanti (“Fall And Fade”, “Waiting For”) permea gran parte delle composizioni, e contribuisce a mettere in risalto l'inquietudine claustrofobica che le caratterizza. Un buon album, ben suonato e arrangiato, che si ascolta e si riascolta piacevolmente; un altro centro made in Italy, segnale evidente che i gruppi di un certo spessore artistico e professionale nel sottobosco underground tricolore non mancano.

Stefano Gottardi

Track List:

1. Erase The Sorrow
2. On My Own
3. The Game (feat. Olly)
4. Awake
5. Dream On (feat. Andrea Rock)
6. Best Of Me
7. One By One
8. Fall And Fade
9. Dualized
10. Tonight You're Mine
11. Waiting For




Torna ai contenuti | Torna al menu