LA MENADE - DisumanaMente - Roxx Zone 3.0

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

 

LA MENADE
DisumanaMente


Valery Records
2014

di Stefano Gottardi, 25/01/2015

Nata a Roma nel 2000, questa band tutta al femminile ha alle spalle una cospicua gavetta, fatta di passaggi radio e televisivi, anche di una certa rilevanza, un ep ed un full-length album. DisumanaMente è il secondo lavoro sulla lunga distanza, il primo per Valery Records, e vede un cambio di sezione ritmica, con l'ingresso di Chiara al basso e Laura alla batteria che vanno ad aggiungersi alle due fondatrici Tatiana, voce e chitarra, e Tanya, tastiere/synth. A livello di sound le ragazze propongono un alternative metal che, alle presumibili principali influenze (Faith No More, Tool, A Perfect Circle, Evanescence, Rammstein), abbina il cantato in italiano: un tocco di personalità che alla resa dei conti plasma uno stile piuttosto caratteristico. I punti di forza sono gli arrangiamenti, molto particolari e ottimamente rifiniti, gli inserti di tastiera e synth di Tanya, a seconda dei casi, capaci di acchetare o acuire l'atmosfera creando sempre il giusto climax, e la voce espressiva e tagliente di Tatiana, prezioso e irrinunciabile sigillo su di un platter che ha molteplici frecce nel suo arco. La prima la scaglia subito in apertura: risponde al nome di "Carne Fragile" e mischia sapientemente tecnica e melodia, in un crescendo di emozioni che raggiunge l'apice con il memorabile refrain. Altri picchi vengono toccati dalla sperimentale "Maschere", dove all'intreccio di piano, synth e chitarre fa da contraltare un ritornello azzeccatissimo; e non sono da meno neppure "Nero Caos", dalle marcate tinte oscure, e la successiva "L'Assassino", sciabolata heavy e moderna che colpisce dritto nel segno. In mezzo a queste gemme c'è comunque parecchia qualità. Posta in chiusura, "Black Chaos" è la versione anglofona della sopraccitata "Nero Caos", che dona un taglio differente, segnale evidente che l'utilizzo della lingua inglese potrebbe anche dare un respiro internazionale alla proposta. Un plauso doveroso va alla resa sonora, di cui si sono occupati Luciano Chessa (riprese e mix) e Riccardo Pasini (mastering), rispettivamente al Moon Voice Recording Studio di L'Aquila e allo Studio73 di Ravenna, ulteriore conferma della cura prestata durante le fasi della lavorazione di un disco senz'altro consigliabile agli amanti di queste sonorità.

Track List:

1. Carne Fragile
2. DisumanaMente
3. Maschere
4. Fate di Me
5. La Differenza
6. Sogni e Lacrime
7. Nero Caos
8. L’ssassino
9. Boogeyman     
10. Black Chaos







 
Torna ai contenuti | Torna al menu